La Finanza Agevolata per imprese

La Finanza Agevolata per imprese
La Finanza Agevolata per imprese
Che cos’è la Finanza Agevolata?

Si intende Finanza Agevolata quel ramo della finanza che mette a disposizione delle imprese, enti pubblici o no profit, risorse concesse dallo Stato italiano, dalle Regioni o dalla Comunità Europea

La Finanza Agevolata per le imprese, in particolare, è l’insieme degli strumenti finanziari agevolativi volti ad incentivare e sostenere la nascita o sviluppo delle aziende e rafforzare la competitività del tessuto imprenditoriale. In quest’ottica, la finanza agevolata può essere considerata come un ramo della finanza aziendale, ovvero come quella disciplina atta alla ricerca di finanziamenti per i piani di sviluppo e investimento di un’impresa, a condizioni più favorevoli di quelle di mercato, o alla ricerca di quelle agevolazioni volte a ridurre il carico fiscale dell’attività d’impresa. 

Le condizioni di miglior favore delle risorse per la finanza agevolata sono giustificate in virtù di una ratio più alta: favorire e sostenere determinati settori considerati strategici e prioritari o riequilibrare eventuali divari sociali o geografici. Nell’ultimo periodo, infatti, al fine di potenziare la crescita e rafforzamento di determinati comparti - come quello della tecnologia e innovazione - si è visto un aumento esponenziale degli strumenti agevolativi. 

Per cogliere al meglio le opportunità della finanza agevolata, tuttavia, occorre che l’impresa pianifichi bene e in tempo la propria strategia.  Per questo FAST Contributi è al tuo fianco per aiutarti e assisterti. 

Tipologie di aiuti 

Le risorse della finanza agevolata possono essere concesse nelle seguenti forme:

1. Contributi a fondo perduto

Sono aiuti economici per cui non si richiede la restituzione. Esso viene erogato successivamente al sostenimento delle spese e alla presentazione delle relative fatture da parte dell’impresa. I contributi a fondo perduto si dividono in:

•  Contributi a fondo perduto in conto capitale: aumento dei mezzi patrimoniali

•  Contributi a fondo perduto in conto impianti: riducono il prezzo dei beni ammortizzabili, permettendo così gli investimenti da parte dell’impresa

•  Contributi a fondo perduto in conto interessi: riducono il tasso d’interesse sul finanziamento stipulato tra l’impresa beneficiaria e la banca convenzionata, di una quota pari alla differenza tra tasso ordinario e tasso agevolato. Essendo in questo caso previsto un finanziamento per liquidità da parte di una banca, l’impresa richiedente dovrà presentare idonee garanzie e ne sarà valutata la capacità di rimborso. 

•  Contributi a fondo perduto in conto canoni: riducono gli oneri di esercizio ed è concesso quando viene stipulato un contratto di leasing. 

•  Contributi a fondo perduto in conto esercizio: concessi per integrare i ricavi dell’impresa o per ridurre le spese di gestione che l’impresa deve sostenere per l’attività produttiva o per l’implementazione di un determinato progetto. 

Qui troverai tutti i bandi di contributi a fondo perduto attualmente disponibili ed attivi su FAST Contributi. 

2. Finanziamenti agevolati o a tasso agevolato

Sono prestiti concessi a tassi di interesse più bassi di quelli di mercato, in virtù di una convenzione o un bando indetto, ad esempio, dal Ministero dello Sviluppo Economico. Talvolta i finanziamenti agevolati possono essere a tasso zero, come nel caso del bando Nuove Imprese a tasso zero. A differenza dei contributi a fondo perduto, i finanziamenti agevolati sono erogati prima del sostenimento delle spese e devono essere poi restituiti con rate mensili. L’unica differenza con un finanziamento bancario è nelle condizioni di miglior favore rappresentato dal tasso d’interesse applicato. 

3. Crediti d’imposta e agevolazioni fiscali

Sono strumenti che riducono il carico fiscale dell’impresa contribuente attraverso la riduzione delle imposte dovute, consentendole così di attuare i propri piani d’investimento e sviluppo. Approfondisci qui tutte le agevolazioni fiscali per imprese previste dalla nuova Legge di Bilancio 2021.

4. Garanzie del credito

Concessione di parte di un soggetto garante di garanzie sulle risorse pubblicate utilizzate da un’impresa

5. Investimenti nel capitale di rischio

Come nel caso del Fondo Salvaguardia Imprese, il quale prevede un intervento diretto da parte di Invitalia nel capitale di rischio delle imprese in difficoltà economico-finanziaria.

A chi si rivolge la Finanza Agevolata?

I bandi della finanza agevolata sono lo strumento utilizzato dal legislatore – nazionale o comunitario - per elargire le risorse che vengono concesse a fronte della candidatura ad un bando ed eventuale presentazione di un progetto, o anche di una formale presentazione della domanda da parte del soggetto richiedente. All’interno dei bandi sono definiti i requisiti dei soggetti beneficiari imposti dal soggetto promotore, che variano a seconda della tipologia e finalità del bando. 

In generale, però, i bandi di contributo e le agevolazioni si rivolgono a:

•  Microimprese

•  Piccole e medie imprese (PMI)

•  Liberi professionisti

•  Nuovi o aspiranti imprenditori / imprenditrici e startup 

proprio perché le risorse messe a disposizione hanno lo scopo di promuovere lo sviluppo di un’attività o idea imprenditoriale, al fine – allo stesso tempo – di concretizzare progetti che possano dare occupazione e aumentare la competitività dell’azienda stessa.

Condizione essenziale per rientrare tra i beneficiari:

  • essere un’impresa attiva e regolarmente iscritta nel Registro delle Imprese, sezione speciale in caso di startup
  • essere in possesso della partita IVA
  • essere in possesso del codice ATECO, il codice a 6 cifre numeriche indicante l’attività economica e riportato nella visura camerale dell’impresa
Il bando

Tutti i bandi prevedono la voce delle “spese ammissibili”, anch’esse condizione per l’ammissibilità al finanziamento, agevolazione di un dato progetto. Se il progetto di un’impresa – da business plan - prevede investimenti o costi che rientrano nelle spese ammissibili del bando, vuol dire che esso è idoneo a partecipare al bando. Le spese ammissibili, tuttavia, non sono l’unico requisito per l’idoneità di un progetto. Tra le altre condizioni vi sono il periodo in cui devono essere sostenute le spese (prima o dopo la partecipazione al bando) e il termine entro cui il progetto deve essere implementato e concluso. Molti bandi, inoltre, riportano la dicitura Regime De Minimis che indica gli aiuti a favore delle imprese di piccola entità per cui non vige l’obbligo di comunicazione all’Unione Europea, purché l’importo degli aiuti sia pari a massimo 200 mila euro nell’arco di tre esercizi finanziari. È importante sapere questa informazione, in modo che - qualora la tua impresa avesse già ricevuto agevolazioni da altri bandi – tu possa ricevere regolarmente i contributi entro i massimali previsti dal Regolamento.

Per tutti questi motivi è importante la progettazione pre-candidatura, per la stesura del piano di investimenti e del business plan del progetto imprenditoriale

I professionisti di FAST Contributi accompagneranno e assisteranno la tua impresa in ogni fase del processo: dalla stesura del business plan alla candidatura, fino alla gestione dei progetti che hanno ottenuto un contributo.


La checklist è lunga, registrati e ricerca su FAST Contributi il bando che meglio si addice alla tua idea imprenditoriale oppure esegui gratuitamente e online un checkup del tuo progetto per scoprire in pochi passaggi a quale bando puoi candidarti.

Con FAST Contributi la Finanza Agevolata è digitale, facile e veloce.



Condividi

Hai un progetto da realizzare? Contattaci per richiedere una consulenza

Scopri i servizi che abbiamo pensato per te e se non l'hai ancora fatto

}

Contatta il consulente per maggiori informazioni

Confermo di aver letto e di accettare le norme sulla privacy
Confermo di aver letto e di accettare le condizioni generali d'uso
Messaggio inviato correttamente.
Errore nell'invio del messaggio

La tua richiesta è stata inoltrata correttamente, sarà nostra cura risponderti nel più breve tempo possibile.

Chiama il consulente per maggiori informazioni

Tel. 0248015098

Vuoi saperne di più sulle Agevolazioni e sui Contributi a Fondo Perduto?

Compila il modulo invia la tua richiesta per metterti in contatto con un nostro consulente

Il tuo messaggio è stato inviato con successo.
C'è stato un errore nell'invio del messaggio
Confermo di aver letto e di accettare le norme sulla privacy
Confermo di aver letto e di accettare le condizioni generali d'uso