COVID-19 come potrebbe cambiare il Piano di Transizione 4.0 per le Imprese Le proposte di Confindustria

COVID-19 come potrebbe cambiare il Piano di Transizione 4.0 per le Imprese Le proposte di Confindustria
COVID-19 come potrebbe cambiare il Piano di Transizione 4.0 per le Imprese Le proposte di Confindustria

Il Piano di Transizione 4.0 (ex Impresa 4.0 e prima ancora Industria 4.0) prevede al suo interno diversi incentivi rivolti alle imprese, tutti sotto forma di crediti di imposta, per:

  • investimenti in beni strumentali 
  • attività di ricerca, sviluppo, design e innovazione

Ad oggi li incentivi previsti sono i seguenti:

Investimenti in beni strumentali

  • Credito d’imposta per l’acquisto di beni 4.0 à si tratta di beni ricompresi all’interno dell’allegato A della legge 11 dicembre 2016 n. 232) e che prevedono una aliquota al 40% per investimenti fino a 2,5 milioni e una aliquota al 20% per investimenti di valore compreso tra 2,5 e 10 milioni di euro
  • Credito d’imposta con aliquota al 6% per l’acquisto di beni strumentali fino a 2 milioni di euro
  • Credito d’imposta con aliquota al 15% per l’acquisto dei beni immateriali à si tratta di beni inseriti nell’allegato B della legge 11 dicembre 2016 n. 232) e che prevedono investimenti massimi di 700.000 euro

Attività di ricerca, sviluppo, design e innovazione

  • Credito d’imposta con aliquota al 6% per attività di innovazione tecnologica à finalizzato alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sostanzialmente migliorati, e che prevede investimenti massimi di 1,5 milioni di euro. L’aliquota si alza al 10% per attività di innovazione tecnologica finalizzate al raggiungimento di un obiettivo di transizione ecologica o di innovazione digitale 4.0
  • Credito d’imposta con aliquota al 12% per Ricerca & Sviluppo con investimenti massimi di 3 milioni di euro
  • Credito d’imposta con aliquota al 6% per le attività di design e ideazione estetica per la concezione e realizzazione dei nuovi prodotti e campionari nei settori tessile e della moda, calzaturiero, dell’occhialeria, orafo, del mobile e dell’arredo e della ceramica

All’interno del Piano di azione e Reazione all’emergenza COVID-19, Confindustria ha richiesto al Governo una serie di modifiche volte a potenziare gli incentivi fiscali alle imprese per tutti gli investimenti privati, puntando proprio sul Piano di Transizione 4.0

Ma quali sono le idee allo studio?

Per l’acquisto di beni strumentali: aumento aliquote e tetti degli incentivi: 

  • Si propone di aumentare significativamente l’aliquota dei crediti d’imposta per i beni strumentali generici, attualmente al 6%
  • Si propone di innalzare dal 10% al 20% il tetto massimo degli investimenti incentivabili per tutti gli investimenti sui beni 4.0

Per attività di ricerca, sviluppo, design e innovazione: 

  • Si propone un innalzamento dell’attuale tetto (12% massino di € 3 milioni) fino quasi a raddoppiare tale soglia

Condividi

Scopri i servizi che abbiamo pensato per te e se non l'hai ancora fatto registrati gratis

Hai un progetto da realizzare? Contattaci per richiedere una consulenza

}

Contatta il consulente per maggiori informazioni

Confermo di aver letto e di accettare le norme sulla privacy
Confermo di aver letto e di accettare le condizioni generali d'uso
Messaggio inviato correttamente.
Errore nell'invio del messaggio

La tua richiesta è stata inoltrata correttamente, sarà nostra cura risponderti nel più breve tempo possibile.

Chiama il consulente per maggiori informazioni

Tel. 0248015098

Parliamo di Finanza Agevolata

Contatta uno specialista