Le migliori opportunità della Finanza Agevolata per Imprese, Non Profit ed Enti Locali

FAST PREMIUM è ideato per te, per aiutarti a realizzare il tuo progetto in modo semplice ed efficace. Abbiamo selezionato le migliori opportunità per offrirti un servizio specialistico a prezzi vantaggiosi, grazie ai partner qualificati di FAST, e alla loro esperienza nella gestione dei bandi di finanziamento.

Con le Offerte Premium potrai richiedere gratuitamente i preventivi sul bando di tuo interesse, e avere riscontro immediato. Un servizio chiavi in mano, completo e sicuro, che mette a tua disposizione i migliori esperti che ti aiuteranno a realizzare e a gestire al meglio il tuo progetto cogliendo le opportunità della finanza agevolata.

Scopri i bandi in promozione e richiedi subito gratis un preventivo, per non perdere gli sconti riservati

Ci sono 49 Bandi di contributo in Offerta Premium

Interagisci con i nostri professionisti in modo facile e veloce anche grazie a
Skype e Google Meet

OPZIONI DI RICERCA
LAST MINUTE
PREMIUM

Regione Veneto: finanziamento per l'economia urbana

Area geografica: Veneto

Beneficiari: Enti locali , Micro impresa , Imprenditoria giovanile, Piccola e Media Impresa, Impresa individuale

La Regione Veneto ha previsto un bando per il finanziamento di progetti finalizzati al rilancio dell&#39;economia urbana nell&#39;ambito dei distretti del commercio.<br /> Il progetto dovr&agrave; contenere una dettagliata descrizione/individuazione: <ul> <li>della perimetrazione dell&rsquo;area oggetto di intervento, nell&rsquo;ambito del distretto, in cui sono localizzati le attivit&agrave; e gli interventi previsti dal progetto;</li> <li>delle caratteristiche del progetto e delle finalit&agrave; perseguite;</li> <li>degli interventi previsti e dei soggetti attuatori: per gli interventi strutturali e infrastrutturali attuati dai Comuni, la specifica dello stato di progettazione o i riferimenti dei relativi atti;</li> <li>del piano finanziario: entit&agrave; dell&rsquo;investimento e per ciascun intervento fonti di copertura e risorse a carico dei soggetti del partenariato;</li> <li>del cronoprogramma di realizzazione di ciascun intervento e del progetto nel suo complesso.</li> </ul> In particolare, il progetto dovr&agrave; favorire: <ul> <li>rocessi di rigenerazione e riqualificazione urbana;</li> <li>la transizione ecologica e lo sviluppo sostenibile dei territori;</li> <li>processi di transizione digitale;</li> <li>l&rsquo;innovazione e la modernizzazione nelle imprese;</li> <li>azioni di marketing e brand urbano e territoriale;</li> <li>azioni di contrasto al fenomeno delle chiusure delle attivit&agrave; commerciali e alla conseguente desertificazione del centro storico e urbano.</li> </ul> Le spese ammissibili sono quelle per: <ul> <li>progettazione del progetto di intervento;</li> <li>di incarico di manager di distretto;</li> <li>interventi di rigenerazione e riqualificazione urbana e transizione green:</li> <li>rilancio, modernizzazione, innovazione e digitalizzazione dell&rsquo;offerta commerciale;</li> <li>comunicazione e animazione del territorio e miglioramento dei servizi legati all&rsquo;accoglienza turistica.</li> </ul>

PREMIUM

Friuli-Venezia Giulia: contributi per start up artigiane

Area geografica: Friuli-Venezia Giulia

Beneficiari: Startup

La Regione Friuli- Venezia Giulia eroga contributi fino a 37.500&euro;&nbsp;alle start up artigiane.&nbsp;Il bando mira a promuovere e sostenere la nascita di nuove imprese artigiane.&nbsp;<br /> <br /> Possono presentare domanda le microimprese, le piccole e medie imprese, i consorzi e le societ&agrave; consortili, anche in forma cooperativa, iscritti all&rsquo;Albo provinciale delle imprese artigiane (A.I.A.). L&rsquo;impresa deve essere iscritta all&rsquo;A.I.A. per la prima volta. Il titolare o il socio imprenditore dell&rsquo;impresa richiedente non deve risultare titolare o socio imprenditore di impresa artigiana gi&agrave; iscritta all&rsquo;A.I.A. e successivamente cancellata ovvero di impresa non artigiana gi&agrave; iscritta al registro delle imprese.<br /> <br /> Il bando finanzia le seguenti spese:<br /> a) spese legali direttamente connesse alla costituzione dell&rsquo;impresa<br /> b) acquisizione di un piano di analisi e sviluppo aziendale<br /> c) acquisto di macchinari, macchine operatrici prive di targa e attrezzature nuove di fabbrica da destinare esclusivamente alla nuova attivit&agrave; artigiana<br /> d) acquisto di arredi per ufficio<br /> e) acquisto di programmi informatici commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell&rsquo;i mpresa<br /> f) interventi aventi rilevanza urbanistica o edilizia ai sensi dell&rsquo;articolo 4 della legge regionale 19/2009 esclusa la costruzione<br /> g) spese di progettazione, direzione lavori e collaudo, nel limite massimo del 15% delle spese per gli interventi di cui alla lettera f)<br /> h) spese concernenti il salario netto relativo ai dipendenti assunti con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato<br /> i)&nbsp;spese legate all&rsquo;utilizzo di piattaforme di crowdfunding<br /> l)spese per i corsi di formazione attinenti all&rsquo;attivit&agrave; aziendale rivolti al titolare ed ai dipendenti&nbsp;

PREMIUM

Contributi per iniziative e manifestazioni di rilievo regionale

Area geografica: Lombardia

Beneficiari: Enti locali , Enti NON PROFIT

La Misura intende sostenere la realizzazione di eventi e di manifestazioni di rilievo regionale, anche a carattere internazionale che siano coerenti con le disposizioni statutarie di Regione Lombardia, con le finalit&agrave; della l.r. 12 settembre 1986, n. 50 e con gli obiettivi individuati nei documenti di programmazione regionale.<br /> <br /> Il bando eroga un contributo a fondo perduto in misura variabile fino a &euro; 20.000 in base alla fascia assegnata al progetto <ul> <li>Prima fascia (&gt; 130 punti) assegnazione di un contributo pari a 20.000 euro</li> <li>Seconda fascia (&gt; 110 - 130 punti) assegnazione di un contributo pari a 15.000 euro</li> <li>Terza fascia (&gt;100 -110 punti) assegnazione di un contributo pari al 12.500 euro</li> <li>Quarta fascia (&gt;90 -100 punti) assegnazione di un contributo pari al 10.000 euro</li> <li>Quinta fascia (&gt;80-90 punti) assegnazione di un contributo pari al 7.500 euro</li> <li>Sesta fascia (&gt;70 -80 punti) assegnazione di un contributo pari al 5.000 euro</li> <li>Settima fascia (&gt;50 -70 punti) assegnazione di un contributo pari al 2.500 euro</li> <li>Ottava fascia (&lt; 50 punti) nessun contributo</li> </ul>

PREMIUM

Credito d'imposta per investimenti in R&S

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Micro impresa , Imprenditoria femminile, Imprenditoria giovanile, Piccola e Media Impresa, Grande impresa, Impresa individuale

Il bando si rivolge alle imprese residenti nel territorio dello Stato ed eroga un contributo sotto forma di credito d&#39;imposta fino al 50% delle spese e fino a &euro; 10.000.000 per investimenti in attivit&agrave; di R&amp;S

PREMIUM

AGEVOLAZIONI: Credito d'imposta per la formazione

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Micro impresa , Imprenditoria femminile, Imprenditoria giovanile, Piccola e Media Impresa, Grande impresa, Impresa individuale

L&#39;agevolazione si rivolge a tutte le imprese italiane, comprese le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale &nbsp;<br /> <br /> Il Credito d&rsquo;imposta &egrave; pari al 30% o 40% o 50% delle spese sostenute per attivit&agrave; di formazione a seconda delle dimensioni dell&rsquo;impresa.&nbsp;<br /> Pu&ograve; essere anche pari al 60% qualora i destinatari delle attivit&agrave; di formazione ammissibili rientrino nelle categorie dei lavoratori dipendenti svantaggiati o molto svantaggiati.<br /> <br /> Il valore massimo utilizzabile come credito d&#39;imposta &egrave; pari a 300.000&euro; e&nbsp; le&nbsp;attivit&agrave; di formazione ammissibili devono essere finalizzate all&rsquo;acquisizione e al consolidamento di competenze e conoscenze nelle seguenti tecnologie: big data e analisi dei dati; cloud e fog computing; cyber security; simulazione e sistemi cyber-fisici; prototipazione rapida; sistemi di visualizzazione, realt&agrave; virtuale (Rv) e realt&agrave; aumentata (Ra); robotica avanzata e collaborativa; interfaccia uomo macchina; manifattura additiva (o stampa tridimensionale); internet delle cose e delle macchine; integrazione digitale dei processi aziendali.<br /> <br /> Nel 2020, ai fini del riconoscimento del bonus formazione 4.0, lo svolgimento delle attivit&agrave; di formazione non deve essere pi&ugrave; espressamente disciplinato attraverso i contratti collettivi aziendali o territoriali. La semplificazione arriva con la legge di Bilancio 2020, che ha prorogato l&rsquo;agevolazione anche per le spese di formazione del personale sostenute nel periodo d&rsquo;imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019.<br /> <br /> &nbsp;

PREMIUM

Criteri per l'accreditamento dei DISTRETTI DEL COMMERCIO

Area geografica: Lombardia

Beneficiari: Enti locali

L&#39;iniziativa, che in questa fase NON eroga fondi, si rivolge ai Comuni della Lombardia interessati a dare vita ad un Distretto del Commercio per poter accedere a futuri bandi e illustra i criteri per l&#39;accreditamento&nbsp;

PREMIUM

Regione Marche: contributi per la creazione d'impresa

Area geografica: Marche

Beneficiari: Micro impresa , Imprenditoria femminile, Imprenditoria giovanile, Startup, Piccola e Media Impresa, Grande impresa, Impresa individuale, Cooperative sociali

Con il presente bando la Regione Marche intende sostenere la creazione d&#39;impresa al fine di&nbsp;favorire l&rsquo;occupazione e la diversificazione del sistema produttivo regionale.<br /> L&rsquo;obiettivo &egrave; quello di sostenere l&#39;innovazione e far crescere start up in grado di generare nuove realt&agrave; economiche e nuove opportunit&agrave; occupazionali.<br /> Possono essere ammessi a finanziamento anche la costituzione di studi professionali, singoli o associati e l&rsquo;avvio di attivit&agrave; di liberi professionisti.<br /> I beneficiari del bando sono: <ul> <li>i soggetti&nbsp;residenti o domiciliati nella Regione marche, disoccupati e con et&agrave; minima di 18 anni;</li> <li>le imprese, anche individuali,&nbsp;aventi sede legale e/o operativa nel territorio regionale e iscritte alla Camera di Commercio.</li> </ul> Possono presentare domanda anche le cooperative sociali.<br /> Le risorse complessive stanziate per l&#39;intervento in oggetto sono pari ad &euro; 15.000.00.<br /> L&#39;agevolazione consister&agrave; nell&#39;erogazione di contributi a fondo perduto e fino a &euro; 35.000.<br /> &nbsp;

PREMIUM

Regione Piemonte: creazione delle liste per i distretti del cibo

Area geografica: Piemonte

Beneficiari: Enti locali , Micro impresa , Imprenditoria femminile, Imprenditoria giovanile, Grande impresa, Impresa individuale

Regione Piemonte: creazione delle liste per i distretti del cibo.<br /> I distretti del cibo, una volta ottenuto il riconoscimento da parte della Regione Piemonte, vengono iscritti nel Registro nazionale dei Distretti del Cibo potendo cos&igrave; beneficiare degli interventi di sostegno previsti dalla normativa vigente in materia. <p>Partecipano ai distretti del cibo enti pubblici, istituzioni ed imprese, la cui cooperazione pu&ograve; favorire ad esempio la promozione all&rsquo;estero dei prodotti del territorio e l&rsquo;offerta turistica. Inoltre la collaborazione tra piccole e medie imprese agricole e agroalimentari &egrave; in grado di accrescere la competitivit&agrave; delle imprese stesse attraverso la riduzione dei costi e l&rsquo;innovazione.</p> I distretti del cibo vengono costituiti mediante un accordo tra soggetti pubblici e soggetti privati che operano in modo integrato nel sistema produttivo locale.

PREMIUM

Get It! Call For Impact

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Startup

&quot;Get it!&quot; &egrave; un programma promosso da Fondazione Social Venture Giordano Dell&rsquo;Amore (&quot;FSVGDA&quot;), fondazione che investe in progetti innovativi a impatto sociale, ambientale e culturale e promuove la cultura dell&rsquo;impact investing in Italia e in Europa, e realizzato in collaborazione con Cariplo Factory S.r.l. (&quot;CF&quot;), Hub di Open Innovation, Talent Management e Corporate Social Responsibility di Fondazione Cariplo.<br /> Get it! nasce per: <ul> <li>incentivare la nascita di nuove realt&agrave; innovative in grado di generare impatto sociale;</li> <li>contribuire alla crescita di organizzazioni ad impatto sociale con modelli di business sostenibili;</li> <li>premiare le performance di produttivit&agrave; degli incubatori/acceleratori associati secondo un meccanismo che possa sostenere le palestre imprenditoriali migliori;</li> <li>valorizzare il portfolio di Fondazione Social Venture Giordano Dell&#39;Amore.</li> </ul> Per individuare i progetti imprenditoriali pi&ugrave; promettenti e per sostenerne il potenziamento, &quot;Get it!&quot; promuove la &ldquo;Call For Impact&rdquo; che si rivolge ad aspiranti imprenditori (singolarmente o in team), start-up e imprese che promuovano innovazione sociale, culturale e ambientale economicamente sostenibili.

PREMIUM

Fondi agli enti locali con meno di 5000 abitanti

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Enti locali

Il bando si rivolge ai piccoli Comuni&nbsp;con meno di 5000 abitanti ed&nbsp;eroga un contributo a fondo perduto in misura variabile a partire da &euro; 16.000&nbsp;per l&rsquo;adeguamento alle dinamiche di innovazione e di trasformazione digitale e per migliorare la gestione dell&rsquo;amministrazione del territorio e dello sviluppo locale

PREMIUM

Superammortamento: Contributi per investimenti in beni strumentali materiali ed immateriali

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Micro impresa , Imprenditoria femminile, Imprenditoria giovanile, Piccola e Media Impresa, Grande impresa, Impresa individuale

Il bando &quot;Superammortamento&quot; si rivolge alle imprese residenti nel territorio dello Stato ed eroga un contributo sotto forma di maggiorazione del costo fiscale ammortizzabile fino al 40% e fino a &euro; 2.500.000 per investimenti in beni materiali ed immateriali

PREMIUM

Iperammortamento: Contributi per investimenti in beni strumentali ad alto contenuto tecnologico

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Micro impresa , Imprenditoria femminile, Imprenditoria giovanile, Piccola e Media Impresa, Grande impresa, Impresa individuale

Il bando &quot;Iperammortamento&quot; si rivolge alle imprese residenti nel territorio dello Stato ed eroga un contributo sotto forma di maggiorazione del costo fiscale ammortizzabile fino al 170% e fino ad &euro; 20.000.000 per investimenti in beni strumentali ad alto contenuto tecnologico

PREMIUM

Agevolazioni: Credito d'imposta per beni strumentali

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Micro impresa , Imprenditoria femminile, Imprenditoria giovanile, Piccola e Media Impresa, Grande impresa, Impresa individuale

Il bando si rivolge alle imprese residenti nel territorio dello Stato ed&nbsp;eroga per le imprese che investono in ben strumentali materiali tecnologicamente un contributo sotto forma di credito d&#39;imposta del: <ul> <li>50% degli investimenti fino a 2,5 milioni di euro</li> <li>30% degli investimenti dai 2,5 milioni a 10 milioni di euro</li> <li>10% degli investimenti&nbsp;tra i 10 milioni e&nbsp;20 milioni di euro</li> </ul> Aliquote relative al 2021.

PREMIUM

Conto Termico 2.0 per l'efficienza energetica

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Enti locali

Il Conto Termico 2020 &egrave; un fondo per la produzione di energia termica e assegna degli incentivi per interventi di piccole dimensioni per l&rsquo;incremento dell&rsquo;efficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili

LAST MINUTE
PREMIUM

Fondazione Cariplo: Bando SOS patrimonio

Area geografica: Piemonte, Lombardia

Beneficiari: Enti NON PROFIT

Con il&nbsp;Bando SOS patrimonio la&nbsp;Fondazione Cariplo intende sostenere la&nbsp;realizzazione di interventi prioritari di messa in sicurezza, miglioramento strutturale e manutenzione di beni storico architettonici.&nbsp;L&rsquo;emergenza dettata dallo scoppio della pandemia da Covid-19 ha comportato una contrazione delle risorse destinate alla manutenzione e cura continua del patrimonio culturale a favore di azioni in risposta alla pandemia.&nbsp;Le restrizioni imposte dall&rsquo;emergenza sanitaria hanno inoltre ridotto le entrate economiche dei detentori di beni culturali, in particolare amministrazioni pubbliche ed enti ecclesiastici, limitando quindi anche la loro capacit&agrave; di spesa e aggravando una situazione gi&agrave; caratterizzata da una scarsa pervasivit&agrave; di politiche di conservazione preventiva e programmata. A tal proposito la Fondazione Cariplo mira a&nbsp;sostenere interventi di recupero urgenti e prioritari su beni di interesse storico-architettonico, al fine di favorire processi di conservazione e buona gestione del patrimonio culturale.<br /> I beneficiari del bando sono&nbsp;Enti pubblici o privati non profit proprietari di beni culturali immobili.<br /> Gli interventi dovranno essere realizzati nel&nbsp;territorio di riferimento della Fondazione ovvero la regione Lombardia e le province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola.<br /> La dotazione finanziaria stanziata per il bando in oggetto ammonta a &euro; 2.000.000.<br /> Il sostegno &egrave; concesso tramite erogazione di contributi a fondo perduto.

LAST MINUTE
PREMIUM

GAL FLAMINIA CESANO: contributi per la riqualificazione dei centri storici

Area geografica: Marche

Beneficiari: Enti locali

Con il presente bando il&nbsp;GAL FLAMINIA CESANO intende sostenere&nbsp;la riqualificazione dei centri storici.<br /> Gli investimenti possono essere effettuati nel territorio del Gal Flaminia Cesano, composto dai seguenti comuni: CORINALDO, FOSSOMBRONE, FRATTE ROSA, FRONTONE, MOMBAROCCIO, MONDAVIO, MONTEFELCINO, COLLI AL METAURO (municipalit&agrave; di: Montemaggiore al Metauro, Saltara, Serrungarina), TERRE ROVERESCHE (Municipalit&agrave; di: Orciano di Pesaro, Barchi, Piagge, San Giorgio di Pesaro), SAN LORENZO IN CAMPO, SANT&rsquo;IPPOLITO, SERRA S.ABBONDIO, TRECASTELLI (Municipalit&agrave; di: Ripe, Monterado, Castelcolonna), MONTE PORZIO, PERGOLA, SAN COSTANZO.<br /> Gli obiettivi perseguiti dal bando sono i seguenti: <ul> <li>valorizzare il territorio;</li> <li>sostenere il turismo e&nbsp;l&rsquo;ospitalit&agrave; diffusa.</li> </ul> La dotazione finanziaria per il bando della presente sottomisura &egrave; pari ad &euro; 350.000.<br /> Il sostegno &egrave; concesso tramite erogazione di contributi a fondo perduto.<br /> I beneficiari del bando sono i Comuni.

LAST MINUTE
PREMIUM

Unioncamere Lombardia: Bando Innovamusei

Area geografica: Lombardia

Beneficiari: Micro impresa , Imprenditoria femminile, Imprenditoria giovanile, Piccola e Media Impresa, Impresa individuale

Dalla collaborazione tra Regione Lombardia, Fondazione Cariplo e Unioncamere Lombardia nasce il progetto InnovaMusei.<br /> Obiettivo del bando&nbsp;&egrave; la creazione di partenariati strategici tra istituti museali, intesi come sistemi museali, raccolte museali/musei ed ecomusei, che hanno bisogno di rinnovarsi, e le imprese attive nel settore culturale e creativo capaci di rispondere alle nuove necessit&agrave; della domanda e dell&rsquo;offerta di consumi culturali.<br /> Nello specifico la misura mira a&nbsp;consentire agli operatori e alle imprese del comparto di dotarsi di nuovi servizi per rendersi competitivi in vista della piena ripresa delle attivit&agrave; a seguito dell&rsquo;emergenza pandemica.<br /> Possono presentare domanda di contributo le micro, piccole e medie imprese lombarde&nbsp;singole o aggregate, aventi almeno una sede operativa o un&rsquo;unit&agrave; locale in Lombardia e operanti nei settori: <ul> <li>culturali &ldquo;core&rdquo;: arti visive, arti performative, patrimonio culturale;</li> <li>culturali: editoria, musica, radio-televisione, cinema e videogiochi, incluse le imprese dell&rsquo;economia digitale;</li> <li>creativi: architettura, design&nbsp;e pubblicit&agrave;.</li> </ul> Le risorse complessivamente stanziate per l&rsquo;iniziativa ammontano a &euro; 2.100.000.<br /> Il sostegno &egrave; concesso tramite erogazione di contributi a fondo perduto&nbsp;in misura pari al 75% e nel limite massimo di &euro; 200.000.

PREMIUM

Regione Piemonte: Bando efficienza energetica illuminazione pubblica

Area geografica: Piemonte

Beneficiari: Enti locali

Con il&nbsp;Bando efficienza energetica illuminazione pubblica la&nbsp;Regione Piemonte intende sostenere&nbsp;la riduzione dei consumi energetici e l&#39;adozione di soluzioni tecnologiche innovative sulle reti di illuminazione pubblica dei Comuni piemontesi.<br /> Possono presentare domanda i&nbsp;Comuni piemontesi,&nbsp;in forma singola o aggregata,&nbsp;ad eccezione dei Comuni capoluogo di Provincia e&nbsp;le Unioni di Comuni della Regione Piemonte.<br /> La dotazione finanziaria staniata per il bando in oggetto ammonta a &euro; 8.715.942.<br /> Il sostegno &egrave; concesso tramite erogazione di contributi a fondo perduto fino all&#39;80%.<br /> Il contributo massimo concedibile &egrave; pari a &euro;&nbsp;400.000.<br /> Il bando prevede il finanziamento di due linee di interventi: <ul> <li>Linea A - Interventi di riqualificazione energetica</li> <li>Linea B - Servizi tecnologici integrati.</li> </ul>

LAST MINUTE
PREMIUM

Regione Lombardia: Sport Outdoor 2021 - creazione di aree attrezzate

Area geografica: Lombardia

Beneficiari: Enti locali

La Regione Lombardia ha pubblicato il bando &quot;Sport Outdoor 2021&quot; per la creazione di aree attrezzate per lo skyfitness e la creazione di playground, sia con l&#39;obiettivo di promuovere la pratica sportiva all&#39;aperto, sia come risposta alle&nbsp;esigenze determinate dalla<br /> particolare situazione sanitaria e dalle misure di contenimento adottate per fronteggiare l&rsquo;emergenza epidemiologica da COVID- 19, che hanno costretto alla chiusura di palestre e centri sportivi, soprattutto al chiuso, ed hanno generato una grande richiesta di spazi all&rsquo;aperto per lo svolgimento delle attivit&agrave; sportive in sicurezza.<br /> Il bando sar&agrave; quindi sviluppato su due diverse linee di finanziamento: <ul> <li>Linea 1: interventi di allestimento ed installazione di strutture fisse per lo svolgimento di attivit&agrave; sportiva all&rsquo;aperto a corpo libero, accessibili ai soggetti con disabilit&agrave;, quali installazioni skyfitness, calisthenics e circuiti di skyfitness;</li> <li>Linea 2: interventi di riqualificazione o di allestimento di aree di playground dedicate agli sport outdoor.</li> </ul> La dotazione finanziaria &egrave; pari a &euro; 3.500.000, cos&igrave; suddivisa: <ul> <li>Linea 1: &euro; 2.000.000;</li> <li>Linea 2: &euro; 1.500.000.</li> </ul> E&rsquo; ammessa, per gli Enti aderenti, la possibilit&agrave; di presentazione di un&rsquo;unica domanda anche per pi&ugrave; interventi combinati (linea 1 e linea 2), purch&eacute; le installazioni siano collegate tra loro attraverso piste o reti ciclabili, e che prevedano comunque un unico intervento sulla Linea 2.<br /> E&rsquo; ammessa la possibilit&agrave; per ciascun Ente di presentare una domanda per pi&ugrave; interventi sulla Linea 1, purch&egrave; le installazioni siano collegate tra loro attraverso piste o reti ciclabili.<br /> <br /> <strong>Linea 1&nbsp;</strong><br /> Sono ammissibili i seguenti interventi: <ul> <li>realizzazione di installazioni per lo skyfitness all&rsquo;interno di aree di propriet&agrave; dei soggetti beneficiari o in loro dotazione per almeno 5 anni successivi alla data di presentazione della domanda;</li> <li>ampliamento di aree dedicate allo skyfitness gi&agrave; esistenti all&rsquo;interno di aree di propriet&agrave; dei soggetti beneficiari o in loro dotazione per almeno 5 anni successivi alla data di presentazione della domanda;</li> <li>interventi di smartizzazione delle aree di intervento mediante la creazione di aree a wifi libero.</li> </ul> Le spese ammissibili sono: <ul> <li>Spese di progettazione, per un massimo del 10% del valore dell&rsquo;intervento comprensive delle eventuali spese tecniche (contributi obbligatori dei professionisti)</li> <li>Lavori, opere civili e spese tecniche per la realizzazione dell&rsquo;intervento (direzione lavori, relazioni tecniche specialistiche, contributi obbligatori dei professionisti);</li> <li>Acquisto di attrezzature sportive dedicate allo skyfitness come descritte nel documento di progetto allegato al bando ivi compresi gli ausili sportivi funzionali all&rsquo;espletamento delle attivit&agrave; sportive in skyfitness da parte di soggetti con disabilit&agrave;;</li> <li>Spese legate all&rsquo;implementazione della connettivit&agrave; wifi all&rsquo;interno dell&rsquo;area di intervento;</li> <li>Spese relative ad opere di non specifica destinazione sportiva purch&egrave; necessarie alle concrete esigenze di funzionalit&agrave; degli spazi oggetto dell&rsquo;intervento.</li> </ul> <br /> <strong>Linea 2</strong><br /> Sono ammissibili i seguenti interventi: <ul> <li>riqualificazione o realizzazione di nuove aree di playground per la pratica sportiva di sport outdoor;</li> <li>interventi di smartizzazione delle aree di intervento mediante<br /> la creazione di aree a wifi libero.</li> </ul> Le spese ammissibili sono: <ul> <li>Spese di progettazione, per un massimo del 10% del valore dell&rsquo;intervento comprensive delle eventuali spese tecniche (contributi obbligatori dei professionisti)</li> <li>Lavori, opere civili e spese tecniche per la realizzazione dell&rsquo;intervento (direzione lavori, relazioni tecniche specialistiche, contributi obbligatori dei professionisti);</li> <li>Acquisto di attrezzature sportive dedicate allo skyfitness come descritte nel documento di progetto allegato al bando ivi compresi gli ausili sportivi funzionali all&rsquo;espletamento delle attivit&agrave; sportive in skyfitness da parte di soggetti con disabilit&agrave;;</li> <li>Spese legate all&rsquo;implementazione della connettivit&agrave; wifi all&rsquo;interno dell&rsquo;area di intervento;</li> <li>Spese relative ad opere di non specifica destinazione sportiva purch&egrave; necessarie alle concrete esigenze di funzionalit&agrave; degli spazi oggetto dell&rsquo;intervento.</li> </ul> L&rsquo;agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino all&rsquo;80% delle spese ammesse a contributo, e comprensivo dei costi di progettazione, acquisto attrezzature e posizionamento, per un ammontare massimo, su ciascuna installazione, di &euro; 40.000,00 sulla linea 1 e di &euro; 150.000,00 sulla Linea 2.

LAST MINUTE
PREMIUM

GAL Valli Marecchia e Conca: contributi per la realizzazione e gestione dei centri per l’interpretazione del paesaggio

Area geografica: Emilia-Romagna

Beneficiari: Enti locali

Con il presente bando il&nbsp;GAL Valli Marecchia e Conca intende sostenere&nbsp;la realizzazione e gestione dei centri per l&rsquo;interpretazione del paesaggio.<br /> Gli obiettivi perseguiti dal bando sono i seguenti: <ul> <li>stimolare lo sviluppo locale nelle zone rurali;</li> <li>conferire un&#39; identit&agrave; precisa al territorio ed alle sue produzioni.</li> </ul> I beneficiari del bando sono i Comuni singoli.<br /> La dotazione finanziaria stanziata per le finalit&agrave; in oggetto ammonta a &euro; 540.000.<br /> Il sostegno &egrave; concesso tramite erogazione di contributi a fondo perduto fino al 100 % della spesa ammissibile e fino a &euro; 30.000.<br /> Le domande di sostegno, a valere sul presente bando, devono essere presentate al Gal Valli Marecchia e Conca successivamente alla data di pubblicazione del presente avviso sul sito internet del Gal www.vallimarecchiaeconca.it ed entro il termine perentorio del giorno 15 ottobre 2021.

PREMIUM

GAL Valli Marecchia e Conca: contributi per la valorizzazione dei centri e nuclei storici

Area geografica: Emilia-Romagna

Beneficiari: Enti locali

Con il presente bando il&nbsp;GAL Valli Marecchia e Conca sostiene&nbsp;la valorizzazione dei centri e nuclei storici.<br /> Gli obiettivi perseguiti dal bando sono i seguenti: <ul> <li>tutelare e valorizzare il patrimonio paesaggistico, storico, naturalistico e forestale;</li> <li>aumentare l&rsquo;attrattivit&agrave;, il decoro e la qualit&agrave; architettonica e quindi paesaggistica dei centri abitati;</li> <li>promuovere la qualit&agrave; paesaggistica del territorio anche stimolando operazioni di approfondimento e di risultato tali da suscitare interesse sia del cittadino che del visitatore;</li> <li>rinnovare l&rsquo;identit&agrave; locale.</li> </ul> Possono beneficiare degli aiuti di cui al presente avviso Enti Pubblici che abbiano la titolarit&agrave; ad intervenire nelle aree oggetto di intervento.<br /> L&rsquo;operazione &egrave; applicabile in tutto il territorio del GAL Valli Marecchia e Conca - Area Leader Provincia di Rimini, nello specifico nei Comuni di: Casteldelci, Coriano, Gemmano, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Clemente, San Leo, Sant&rsquo;Agata Feltria, Saludecio, Montegridolfo, Montefiore Conca, Morciano di Romagna, Montescudo-Montecolombo, Mondaino, Poggio- Torriana, Verucchio, Talamello.<br /> La dotazione finanziaria stanziata per il bando in oggetto ammonta a &euro; 300.000.<br /> Il sostegno &egrave; concesso tramite erogazione di contributi a fondo perduto fino al 100% della spesa ammessa.<br /> La spesa ammissibile va da un limite minimo di &euro; 30.000 ad un massimo di &euro; 75.000.

PREMIUM

Regione Toscana: Manifestazione di interesse per definire un parco progettuale sulla rigenerazione urbana e l'abitare

Area geografica: Toscana

Beneficiari: Enti locali

La Regione Toscana ha pubblicato il bando &quot;manifestazione di interesse per definire un parco progettuale sulla rigenerazione urbana e l&#39;abitare&quot; rivolta a tutti i comuni toscani.<br /> L&rsquo;iniziativa consentir&agrave; di costituire un&nbsp;parco progettuale regionale&nbsp;in materia di rigenerazione urbana e qualit&agrave; dell&rsquo;abitare, avviando contestualmente un percorso strutturato di sostegno e assistenza tecnico-amministrativa ai Comuni interessati. <p>Gli&nbsp;interventi proposti&nbsp;devono interessare in particolare aree con degrado urbano, disagio abitativo e socioeconomico e essere volti:</p> <ul> <li>al recupero, riqualificazione e rifunzionalizzazione del patrimonio edilizio esistente e degli spazi pubblici, anche attraverso la rigenerazione del tessuto urbano e sociale;&nbsp;</li> <li>alla riqualificazione delle aree urbane degradate;&nbsp;</li> <li>alla riorganizzazione funzionale delle aree dismesse;&nbsp;</li> <li>al recupero e riqualificazione degli edifici di grandi dimensioni o complessi edilizi dismessi;&nbsp;</li> <li>alla riqualificazione delle connessioni con il contesto urbano.</li> </ul> <p>Nell&rsquo;ambito degli interventi sopra descritti,&nbsp;si potranno prevedere anche:</p> <ul> <li>il riuso e la rifunzionalizzazione di aree e di strutture edilizie esistenti per finalit&agrave; di interesse pubblico, con particolare riferimento allo sviluppo dei servizi sociali e culturali, educativi e didattici, ovvero alla promozione delle attivit&agrave; culturali e sportive;</li> <li>il recupero o potenziamento delle opere di urbanizzazione, dei servizi e del verde urbano;</li> <li>il miglioramento della qualit&agrave; del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale e la riduzione dei fenomeni di marginalizzazione e di degrado sociale;</li> <li>la compresenza di funzioni urbane diversificate e complementari ed il raggiungimento di un&rsquo;equilibrata composizione sociale anche attraverso interventi di edilizia sociale;</li> <li>il miglioramento della sostenibilit&agrave; ambientale, della biodiversit&agrave; e della sicurezza; modalit&agrave; innovative di erogazione dei servizi;</li> <li>la riqualificazione delle connessioni con gli spazi e i servizi pubblici; la valorizzazione di spazi aperti e di connessione urbana volti anche alla valorizzazione del sistema del verde, al miglioramento della sostenibilit&agrave; ambientale o al rafforzamento delle reti ecologiche, a cui possono essere associati percorsi per la mobilit&agrave; sostenibile.</li> <li>la densificazione delle aree urbane per la migliore sostenibilit&agrave; economica dei sistemi di mobilit&agrave; collettiva.</li> </ul>

PREMIUM

Regione Toscana: contributi per la realizzazione di interventi destinati a parcheggi pubblici

Area geografica: Toscana

Beneficiari: Enti locali

Con il presente bando la&nbsp;Regione Toscana intende sostenere&nbsp;la realizzazione di interventi destinati a parcheggi pubblici.<br /> Nello specifico, la Regione, nell&rsquo;ambito della&nbsp;riqualificazione delle aree urbane, delle aree a vocazione turistica e per il miglioramento della qualit&agrave; degli insediamenti, promuove la&nbsp;realizzazione di parcheggi pubblici&nbsp;al fine di favorire il decongestionamento urbano e la riqualificazione delle aree caratterizzate da rilevante densit&agrave; insediativa, anche di natura stagionale.<br /> I beneficiari del bando sono i Comuni toscani.<br /> Ciascun Comune pu&ograve; presentare un&#39;unica domanda di contributo, per il finanziamento di un solo progetto, che non abbia beneficiato di altri contributi comunitari, nazionali o regionali.<br /> La dotazione finanziaria stanziata per le finalit&agrave; in oggetto ammonta a &euro;&nbsp;30.000.000 con un massimale annuo pari a &euro; 1.500.000.<br /> Il sostegno &egrave; concesso tramite erogazione di controbuti a fondo perduto.<br /> Al fine di ottenere il beneficio del concorso regionale alla spesa per la realizzazione degli interventi relativi alla realizzazione di parcheggi pubblici ed alle opere ad essi strettamente connesse, i comuni toscani devono procedere alla contrazione di mutui con rate che saranno pagate direttamente dai medesimi all&rsquo;istituto finanziatore, a valere su un contributo regionale corrisposto agli stessi comuni.<br /> &nbsp;

PREMIUM

Regione Veneto: Contributi per la promozione e la valorizzazione dell'identità veneta

Area geografica: Veneto

Beneficiari: Enti locali , Università e centri di ricerca, Enti NON PROFIT

Con il presente bando si assegnano, sulla base della L.R. 14 gennaio 2003, n. 3 art. 22, alcuni contributi a sostegno dei progetti presentati da Enti e da Associazioni della Regione Veneto per la realizzazione di iniziative di ricerca, di promozione e di valorizzazione del patrimonio culturale su cui trova fondamento l&rsquo;identit&agrave; veneta.<br /> <br /> L&rsquo;art. 22 della legge regionale n. 3 del 14 gennaio 2003 autorizza la Giunta regionale a promuovere e favorire iniziative di ricerca, di divulgazione e di valorizzazione del patrimonio culturale e linguistico su cui trova fondamento l&rsquo;identit&agrave; veneta. Le azioni previste dalla norma sono la promozione e il sostegno all&rsquo;organizzazione di iniziative di ricerca, seminari, pubblicazioni ed eventi finalizzati a far conoscere la complessit&agrave; culturale e linguistica nella quale si possono riconoscere l&rsquo;espressione e i segni dell&rsquo;identit&agrave; veneta.

PREMIUM

Regione Veneto: Contributi per l'elaborazione di Studi di Fattibilità finalizzati alla fusione di Comuni

Area geografica: Veneto

Beneficiari: Enti locali

La Regione del Veneto ha determinato i criteri e le modalit&agrave; per l&rsquo;assegnazione di contributi a concorso delle spese sostenute dagli Enti locali per l&rsquo;elaborazione di studi di fattibilit&agrave;&nbsp;finalizzati alla fusione di Comuni&nbsp;e alla costituzione e riorganizzazione delle Unioni di Comuni e delle Unioni Montane.&nbsp;La somma prevista da ripartire tra le richieste ammissibili che perverranno per l&rsquo;annualit&agrave; in corso ammonta a 70.000,00 &euro;.&nbsp;<br /> <br /> Il bando si rivolge ai Comuni, alle Unioni di Comuni e alle Unioni montane e prevede un&#39;agevolazione sotto forma di contributo a fondo perduto fino all&#39;80% e fino a &euro; 12.000.<br /> <br /> &nbsp;

PREMIUM

Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai: Spazi Verdi

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Micro impresa , Enti NON PROFIT, Imprenditoria femminile, Imprenditoria giovanile, Piccola e Media Impresa, Impresa individuale

L&#39;Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai ha pubblicato il bando Spazi Verdi per sostenere iniziative che presentino obiettivi di natura ambientale.

PREMIUM

Regione Emilia Romagna: Bando Rigenerazione Urbana 2021

Area geografica: Emilia-Romagna

Beneficiari: Enti locali

La Regione Emilia Romagna ha pubblicato il bando &quot;Rigenerazione Urbana 2021&quot; volte a incentivare proposte di valorizzazione del patrimonio che prevedano, oltre ai&nbsp;lavori di recupero edilizio dell&rsquo;immobile, cura nella progettazione di nuovi servizi e nuove funzioni per la &nbsp;collettivit&agrave;&nbsp;promuovendo il&nbsp;coinvolgimento attivo dei cittadini e dei portatori di interesse delle proposte.<br /> <br /> Il bando prevede due linee di intervento: <ul> <li><strong>Linea A:</strong> proposte che prevedano la realizzazione di interventi di limitata entit&agrave; sull&rsquo;immobile e sulle sue pertinenze,&nbsp;finalizzati a soluzioni transitorie e temporanee, quali risposte di una rapida messa in disponibilit&agrave; alla comunit&agrave; locale per la contestuale attivazione di pratiche e percorsi condivisi, propedeutici e funzionali alla definizione di un successivo e pi&ugrave; articolato progetto di rigenerazione. Per questo tipo di intervento il&nbsp;contributo richiesto non potr&agrave; superare i &euro; 100.000.</li> <li><strong>Linea B:</strong> proposte che permettano la riqualificazione ed il recupero di un edificio e del suo immediato contesto, nell&rsquo;ambito di un progetto di rigenerazione gi&agrave; chiaro e definito che contempli in particolare l&rsquo;attivazione (o una significativa riattivazione) di funzioni e servizi a forte valore collettivo. Per questo tipo di intervento il&nbsp;contributo richiesto non potr&agrave; superare i &euro; 700.000.</li> </ul> <p>I soggetti proponenti dovranno assicurare una quota del&nbsp;cofinanziamento locale&nbsp;della proposta,&nbsp;differenziata a seconda della dimensione del comune&nbsp;(non inferiore al&nbsp;20% del contributo richiesto&nbsp;per i comuni con meno di 5mila abitanti e al&nbsp;30%&nbsp;per gli altri).Sono previste&nbsp;premialit&agrave;&nbsp;con incremento del finanziamento per proposte che prevedono protocolli di certificazione energetico-ambientale (10% del contributo richiesto fino ad un massimo di &euro; 60mila),&nbsp;concorsi di progettazione o di percorsi partecipativi e di co-progettazione (5% del contributo richiesto fino a massimo di &euro; 30mila).</p> Alla Linea A &egrave; riservato un plafond massimo di euro 2.000.000. Le rimanenti risorse sono dedicate alla Linea B. Qualora le richieste sulla Linea A non dovessero esaurire l&rsquo;intera riserva, il residuo sar&agrave; destinato alla Linea B.

PREMIUM

Bando "Comuni in pista 2021"

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Enti locali

<p>Il Comitato Gestione Fondi Speciali dell&rsquo;Istituto per il Credito Sportivo ha stanziato per il bando &quot;Comuni in Pista 2021&quot; un importo di 4 milioni di euro di contributi in conto interessi destinati al TOTALE ABBATTIMENTO degli interessi di mutui a tasso fisso della durata di 15, 20 e 25 anni, da stipulare obbligatoriamente entro il 31/12/2021&nbsp;con l&rsquo;Istituto per il Credito Sportivo o altro soggetto finanziatore appositamente convenzionato.</p> <p>Le risorse possono essere utilizzate da&nbsp;Comuni, Unioni di Comuni, Comuni in forma associata, Citt&agrave; Metropolitane, Province e Regioni&nbsp;per progetti, definitivi o esecutivi, relativi a&nbsp;piste ciclabili, ciclodromi e le loro strutture di supporto.<br /> <br /> I progetti, definitivi o esecutivi, per essere ammessi a contributo devono essere muniti di&nbsp;parere favorevole rilasciato dal CONI.&nbsp;L&rsquo;importo&nbsp;massimo di mutuo agevolabile per ciascuna istanza e complessivo&nbsp;&egrave;:</p> <ul> <li>2 milioni&nbsp;di euro per i piccoli Comuni (fino a 5.000 abitanti);</li> <li>4 milioni&nbsp;di euro per i Comuni medi (da 5.001 a 100.000,00 abitanti non capoluogo) le Unioni dei Comuni e i Comuni in forma associata;</li> <li>6 milioni&nbsp;di euro per i Comuni capoluogo, i Comuni oltre i 100.000,00 abitanti non capoluogo, le Citt&agrave; Metropolitane, le Province e le Regioni.</li> </ul>

PREMIUM

Bando "Sport Verde Comune"

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Enti locali

L&rsquo;Istituto per il Credito Sportivo (ICS) e l&rsquo;Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) rinnovano la sfida alla crisi per sostenere ripresa e sviluppo&nbsp;dedicati agli Enti Territoriali, ai quali si aggiunge &ldquo;Sport Verde Comune &ndash; 2021&rdquo;, la misura dedicata agli interventi di efficientamento energetico, alla quale l&rsquo;ICS e l&rsquo;Associazione che riunisce i Comuni d&rsquo;Italia dedicheranno un sempre maggiore impegno.<br /> <br /> Il bando &quot;Sport Verde Comune&quot; consente a Enti Locali e Regioni di richiedere finanziamenti per investimenti nell&rsquo;efficienza energetica di impianti sportivi gi&agrave; esistenti, risparmio energetico certificato, produzione di energia termica, interventi che prevedano utilizzo delle fonti rinnovabili, realizzazione di manti in erba sintetica a intaso vegetale al 100% e produzione di energia attraverso sistemi ecocompatibili. <p>Per accedere al finanziamento &egrave; necessaria la certificazione da parte di un soggetto riconosciuto da ACCREDIA del risparmio energetico effettivamente conseguito. Il prodotto &egrave; un mutuo a tasso fisso fino all&rsquo;importo di &euro; 500.000 con durata massima dell&rsquo;ammortamento a 20 anni e prevede il totale abbattimento degli interessi e il totale azzeramento delle spese di istruttoria.</p>

PREMIUM

Bando "Cultura Missione Comune 2021"

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Enti locali

<p>Il Comitato di Gestione dei Fondi Speciali dell&rsquo;Istituto per il Credito Sportivo ha stanziato per il bando &quot;Cultura Missione Comune 2021&quot; un importo di 7 milioni di euro di contributi in conto interessi destinati al totale abbattimento&nbsp;degli interessi di mutui a tasso fisso della durata di 15, 20 e 25 anni, da stipulare obbligatoriamente entro il 31/12/2021&nbsp;con l&rsquo;Istituto per il Credito Sportivo o altra banca appositamente convenzionata.</p> <p>Le risorse possono essere utilizzate da&nbsp;Comuni, Unioni di Comuni, Comuni in forma associata, Citt&agrave; Metropolitane, Province e Regioni&nbsp;per&nbsp;spese di investimento&nbsp;relative a interventi sul&nbsp;patrimonio culturale&nbsp;(beni culturali e beni paesaggistici) compresi, secondo le indicazioni del Codice dei beni culturali e del paesaggio (D.lgs 22 gennaio 2004, n. 42), i&nbsp;beni del demanio culturale,&nbsp;gli istituti e i luoghi della cultura&nbsp;e&nbsp;le espressioni di identit&agrave; culturale collettiva. A titolo esemplificativo sono ammissibili: gli interventi di&nbsp;prevenzione, manutenzione e restauro, protezione, conservazione, salvaguardia e valorizzazione&nbsp;per assicurare le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione pubblica del patrimonio culturale stesso; gli interventi di&nbsp;recupero e restauro di beni culturali, di recupero, restauro, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, efficientamento energetico, abbattimento barriere architettoniche e messa a norma&nbsp;di immobili appartenenti al patrimonio culturale, gli interventi di&nbsp;digitalizzazione di beni culturali;&nbsp;gli interventi di&nbsp;acquisizione di patrimonio culturale.<br /> <br /> I progetti, definitivi o esecutivi, e gli interventi, per essere ammessi a contributo devono essere muniti di&nbsp;tutte le dichiarazioni, autorizzazioni, permessi e atti analoghi previsti dalla normativa di settore.</p> <p>L&rsquo;importo&nbsp;massimo di mutuo agevolabile per ciascuna istanza e complessivo&nbsp;&egrave;:</p> <ul> <li>2 milioni&nbsp;di euro per i piccoli Comuni (fino a 5.000 abitanti);</li> <li>4 milioni&nbsp;di euro per i Comuni medi (da 5.001 a 100.000,00 abitanti non capoluogo) le Unioni dei Comuni e i Comuni in forma associata;</li> <li>6 milioni&nbsp;di euro per i Comuni capoluogo, i Comuni oltre i 100.000,00 abitanti non capoluogo, le Citt&agrave; Metropolitane, le Province e le Regioni.</li> </ul>

PREMIUM

Bando "Sport Missione Comune 2021"

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Enti locali

<p>Il Comitato di Gestione dei Fondi Speciali dell&rsquo;Istituto per il Credito Sportivo ha stanziato per il bando &quot;Sport Missione Comune 2021&quot; un importo di 25 milioni di euro di contributi in conto interessi destinati al totale abbattimento degli interessi di mutui a tasso fisso della durata di 15, 20 e 25 anni, da stipulare obbligatoriamente entro il 31/12/2021&nbsp;con l&rsquo;Istituto per il Credito Sportivo o altro soggetto finanziatore appositamente convenzionato.</p> <p>Le risorse possono essere utilizzate da&nbsp;Comuni, Unioni di Comuni, Comuni in forma associata, Citt&agrave; Metropolitane, Province e Regioni&nbsp;per progetti, definitivi o esecutivi, relativi a:&nbsp;costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all&rsquo;attivit&agrave; sportiva, anche a servizio delle scuole, compresa l&rsquo;acquisizione delle aree e degli immobili destinati all&rsquo;attivit&agrave; sportiva.<br /> <br /> I progetti, definitivi o esecutivi, per essere ammessi a contributo devono essere muniti di&nbsp;parere favorevole rilasciato dal CONI, le istanze presentate potranno contenere la semplice richiesta del parere al CONI che per&ograve; dovr&agrave; essere necessariamente acquisito e trasmesso via PEC entro le ore 24:00 del 18 dicembre 2021.&nbsp;L&rsquo;importo&nbsp;massimo di mutuo agevolabile per ciascuna istanza e complessivo&nbsp;&egrave;:</p> <ul> <li>2 milioni&nbsp;di euro per i piccoli Comuni (fino a 5.000 abitanti);</li> <li>4 milioni&nbsp;di euro per i Comuni medi (da 5.001 a 100.000,00 abitanti non capoluogo) le Unioni dei Comuni e i Comuni in forma associata;</li> <li>6 milioni&nbsp;di euro per i Comuni capoluogo, i Comuni oltre i 100.000,00 abitanti non capoluogo, le Citt&agrave; Metropolitane, le Province e le Regioni.</li> </ul> <p>&nbsp;</p>

PREMIUM

Regione Emilia Romagna: Bando Bike to work 2021

Area geografica: Emilia-Romagna

Beneficiari: Enti locali

Con il&nbsp;Bando Bike to work 2021 la&nbsp;Regione Emilia Romagna intende sostenere&nbsp;il risanamento e la tutela della&nbsp;qualit&agrave; dell&rsquo;aria, tenuto conto delle importanti implicazioni sulla salute dei cittadini e sull&rsquo;ambiente.<br /> Nello specifico il bando&nbsp;promuove attivamente diverse iniziative per sviluppare una&nbsp;mobilit&agrave; sostenibile&nbsp;con una maggiore sicurezza per la&nbsp;circolazione ciclistica, per incentivare i trasferimenti casa-lavoro, casa-scuola, per favorire il cicloturismo e, in generale, per favorire l&rsquo;avvicinamento dei cittadini a scelte di mobilit&agrave; consapevoli.&nbsp;<br /> Il progetto &ldquo;Bike to Work 2021&rdquo;, in coerenza con la programmazione regionale, punta alla disincentivazione all&rsquo;uso del mezzo privato e incentivazione all&rsquo;uso della bicicletta, anche facilitandone l&rsquo;interscambio con il sistema ferroviario.<br /> Possono accedere al contributo i&nbsp;13&nbsp;Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti, specificatamente nelle zone territoriali&nbsp;Pianura Ovest&nbsp;(IT0892) e&nbsp;Pianura Est&nbsp;(IT0893), interessate all&lsquo;infrazione europea per il superamento del valore limite giornaliero di PM10, oltre che&nbsp;Bologna&nbsp;(agglomerato IT0890) :&nbsp;Faenza, Imola, Carpi, Cesena, Piacenza, Forl&igrave;, Ferrara, Rimini, Ravenna, Reggio nell&#39;Emilia, Modena, Parma, Bologna.<br /> Per l&#39;anno 2021 la dotazione finanziaria stanziata per il bando in oggetto ammonta a &euro; 2.933.000.<br /> Il sostegno &egrave; concesso tramite erogazione di contributi a fondo perduto.

PREMIUM

Contributi per i progetti di protezione civile

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Enti NON PROFIT

Il Decreto del Capo Dipartimento del 12 maggio 2020 stabilisce i criteri per la concessione da parte del Dipartimento della protezione civile dei contributi per il finanziamento di progetti presentati dalle organizzazioni di volontaritato di protezione civile nel triennio 2019-2021. <p>In particolare il&nbsp;Dipartimento della Protezione Civile pu&ograve; concedere alle organizzazioni di volontariato, iscritte all&#39;elenco nazionale, contributi per progetti finalizzati:</p> <ul> <li>al potenziamento di attrezzature e mezzi;</li> <li>alla diffusione della cultura della protezione civile;</li> <li>al miglioramento della preparazione tecnica dei volontari.</li> </ul>

PREMIUM

Fondazione Cariplo: Housing sociale per persone fragili

Area geografica: Piemonte, Lombardia

Beneficiari: Enti NON PROFIT

Fondazione Cariplo nel documento programmatico per l&#39;anno 2021 tra i suoi 9 obiettivi strategici propone&nbsp; l&#39;abitare socile come parola chiave per progetti in grado di sperimentare nuovi modelli di welfare abitativo, vengono quindi promossi due filoni: <ul> <li>l&#39;<strong>housing sociale</strong></li> <li><strong>la rigenerazione dei contesti </strong>mediante la cura delle relazioni tra le persone e del territorio, il rilancio culturale dei quartieri e la ricucitura del tessuto urbano</li> </ul> Dal 2000 Fondazione Cariplo ha sostenuto 347 progetti attraverso le varie versioni del bando &ldquo;Housing sociale&rdquo;, deliberando contributi per oltre 64 milioni di euro, ma&nbsp;le risposte di &ldquo;abitare sociale&rdquo; sono attualmente ancora insufficienti in molti dei territori ove interviene Fondazione Cariplo.<br /> <br /> In particolare i progetti dovranno rivolgersi alla persone fragili ed essere in grado di:<br /> 1.aumentare l&rsquo;offerta di alloggi sociali e di attivare, ove necessario, percorsi di accompagnamento e di sostegno&nbsp;&nbsp;all&rsquo;autonomia delle persone accolte, nonch&eacute; di integrarsi nella rete dei servizi;<br /> 2. massimizzare l&rsquo;accessibilit&agrave; economica dei servizi di ospitalit&agrave; favorendo cos&igrave; le categorie pi&ugrave; deboli;<br /> 3. porre attenzione al risparmio energetico e all&rsquo;abbattimento dei gas serra e contenere i costi gestionali a regime&nbsp;&nbsp;concretamente significa che i progetti che prevedono interventi di ristrutturazione di immobili o porzioni di immobili - dotati di impianto termico autonomo &ndash; devono avere come obiettivo anche una riduzione dei consumi di energia da fonti fossili pari ad almeno il 20% rispetto alla situazione di partenza del bene;<br /> 4.&nbsp;realizzare &ldquo;sistemi territoriali&rdquo; di housing sociale, che mirino a mettere in rete l&rsquo;offerta abitativa esistente e gli attori coinvolti, e a favorire percorsi di miglioramento e integrazione gestionale<br /> &nbsp;

PREMIUM

Comunità sane, vitali, resilienti: contributi tutela e valorizzazione del patrimonio naturale

Area geografica: Piemonte

Beneficiari: Enti NON PROFIT

Il bando &quot;Comunit&agrave; sane, vitali, resilienti&quot; si rivolge alle organizzazioni senza scopo di lucro ed&nbsp;eroga un contributo a fondo perduto fino al 60% delle spese e fino ad &euro; 48.000 per&nbsp;iniziative sostenibili ed efficaci che sappiano sensibilizzare e attivare le comunit&agrave; rispetto ai temi della tutela e della valorizzazione del patrimonio naturale della provincia di Novara.

PREMIUM

GAL Maiella Verde: contributi per il turismo sostenibile

Area geografica: Abruzzo

Beneficiari: Consorzi e cooperative

Il bando si rivolge al GAL Maiella Verde ed eroga contributi a fondo perduto fino al 100% delle spese ammesse per investimenti materiali e immateriali.

PREMIUM

GAL Gran Sasso Velino: contributi per i progetti nell’ambito del turismo sostenibile

Area geografica: Abruzzo

Beneficiari: Consorzi e cooperative

Il bando si rivolge al GAL Gran Sasso Velino ed eroga contributi a fondo perduto fino al 100% delle spese ammesse per investimenti materiali e/o immateriali e&nbsp;per i progetti nell&rsquo;ambito del turismo sostenibile

PREMIUM

GAL Terreverdi Teramane: contributi per lo sviluppo del turismo sostenibile

Area geografica: Abruzzo

Beneficiari: Consorzi e cooperative

Il bando si rivolge al GAL Terreverdi Teramane ed eroga contributi a fondo perduto fino al 100% delle spese ammesse per la progettazione di piani d&rsquo;area e di miglioramento e&nbsp;lo sviluppo del turismo sostenibile nell&#39;area di Teramo

PREMIUM

Dipartimento protezione Civile: Rimborsi Volontariato di Protezione Civile

Area geografica: Lombardia

Beneficiari: Enti NON PROFIT

In attuazione al decreto legislativo del 2018, il Dipartimento protezione Civile apre lo spertello per le domande dei rimborsi a Volontariato di Protezione Civile presenti in Lombardia.<br /> <br /> Le organizzazioni di volontariato iscritte nell&#39;elenco centrale &nbsp;e negli elenchi territoriali del volontariato organizzato di protezione civile il cui impiego &egrave; stato autorizzato in occasione di emergenze, pianificazione, &nbsp;addestramento &nbsp; e &nbsp; formazione &nbsp; teorico-pratica e diffusione della cultura e della conoscenza della protezione &nbsp;civile, possono richiedere al soggetto che, ai sensi dell&#39;art. &nbsp;40, &nbsp;comma &nbsp;1 del Codice, ha reso la &nbsp;comunicazione &nbsp;di &nbsp;attivazione, &nbsp;il &nbsp;rimborso delle spese sostenute in occasione delle attivita&#39; svolte.&nbsp;

PREMIUM

Regione Lombardia: PIANO LOMBARDIA 2021-2022. Bando per l’assegnazione di contributi per la valorizzazione del patrimonio pubblico lombardo a fini culturali: innovazione e sostenibilità

Area geografica: Lombardia

Beneficiari: Enti locali

La Regione Lombardia, nell&#39;ambito del PIANO LOMBARDIA 2021-2022, ha pubblicato il bando per l&rsquo;assegnazione di contributi per la valorizzazione del patrimonio pubblico lombardo a fini culturali. <p>In particolare il bando intende promuovere e favorire interventi che assicurino:</p> <ul> <li>la conservazione dei beni</li> <li>l&rsquo;adeguamento strutturale</li> <li>l&rsquo;innovazione tecnologica</li> <li>l&rsquo;accessibilit&agrave;</li> <li>la sostenibilit&agrave; ambientale ed energetica</li> <li>la rigenerazione urbana</li> <li>la piena fruizione e conoscenza dei luoghi e dei contenuti culturali.</li> </ul> La dimensione finanziaria dei singoli progetti non potr&agrave; essere inferiore a &euro; 200.000,00.<br /> Sono ammissibili le spese relative a costo dei lavori, comprensivi di eventuali oneri per la sicurezza, IVA (se costituisce un costo a carico dell&rsquo;ente),&nbsp;spese tecniche (nello specifico, progettazione definitiva ed esecutiva, direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione, collaudo, indagini, nonch&eacute; tutti gli oneri connessi all&rsquo;attuazione degli interventi) nel limite massimo del 10% del totale dei costi dei lavori da realizzare e acquisto di allestimenti e arredi, attrezzature per esposizioni, per l&rsquo;offerta di contenuti culturali e attrezzature per l&rsquo;innovazione tecnologica delle strutture.<br /> &nbsp;

PREMIUM

Finanziamenti a tasso agevolato per l'efficientamento di edifici pubblici

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Enti locali

<p>Finanziamenti a tasso agevolato per 200 milioni di euro sono stati messi a bando nell&rsquo;ambito del fondo Kyoto destinato all&#39;efficientamento di edifici pubblici ed in particolare&nbsp;alla riqualificazione energetica degli edifici scolastici, degli impianti sportivi e delle strutture sanitarie di propriet&agrave; pubblica. Il decreto attuativo del nuovo fondo Kyoto, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di sabato 24 aprile, prevede finanziamenti al tasso di interesse dello 0,25% per una durata massima del prestito di venti anni.</p> <p>I progetti presentati devono garantire un miglioramento nel parametro di efficienza energetica dell&rsquo;edificio di almeno due classi energetiche. Sono ammessi a finanziamento interventi di efficienza energetica come la sostituzione degli impianti, l&rsquo;installazione di pompe di calore, la sostituzione dei serramenti, la realizzazione del cappotto termico, nonch&eacute; misure di risparmio ed efficientamento idrico. Possono essere finanziati, laddove funzionali al progetto e in misura massima del 50% del valore complessivo dell&rsquo;opera, anche interventi di adeguamento sismico.<br /> <br /> Il bando si rivolge&nbsp;i soggetti pubblici proprietari degli immobili oggetto di intervento.</p>

PREMIUM

Istituto per il Credito Sportivo: Mutuo Cultura Pubblico 4.0

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Enti locali

L&rsquo;Istituto per il Credito Sportivo in qualit&agrave; di banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello sport e della cultura, dopo la pubblicazione del bando &ldquo;Cultura Missione Comune&rdquo; dedicato a Comuni, Citt&agrave; Metropolitane, Province e Regioni, ha lanciato una nuova gamma di soluzioni finanziarie concepite per i soggetti pubblici e privati che operano nel mondo della cultura.&nbsp;Si amplia cos&igrave; in maniera significativa il ventaglio delle opportunit&agrave; e delle soluzioni offerte ai protagonisti del settore Cultura e al mercato del credito del Paese, facendo interagire in modo virtuoso i nuovi prodotti con gli incentivi del&nbsp;Fondo per la Salvaguardia e la Valorizzazione del Patrimonio Culturale, composto dai&nbsp;Comparti Garanzie&nbsp;e&nbsp;Contributi in conto interessi.<br /> <br /> Con il bando &quot;Mutuo Cultura Pubblico 4.0&quot; intende sostenere progetti ed iniziative ad alta responsabilit&agrave; sociale in ambito culturale o tese a fronteggiare i rischi ambientali, all&rsquo;efficientamento energetico, all&rsquo;abbattimento delle barriere architettoniche, alla messa a norma, alla protezione e alla digitalizzazione&nbsp;dei beni e del patrimonio culturale su tutto il territorio nazionale.<br /> <br /> Il sostegno &egrave; concesso tramite&nbsp;finanziamenti agevolati a medio e lungo termine volti a sostenere le iniziative di acquisto dell&#39;attrezzatura dei beni culturali e la realizzazione, ristrutturazione,&nbsp;conservazione, fruizione, valorizzazione, recupero e restauro del patrimonio culturale.<br /> L&#39;importo finanziabile varier&agrave; in relazione alle esigenze ed alla situazione anche prospettica patrimoniale, economica, finanziaria del soggetto richiedente il finanziamento, nonch&eacute; al quadro cauzionale previsto a garanzia.<br /> <br /> Il bando si rivolge agli Enti locali e alle Regioni.

PREMIUM

Istituto credito sportivo: Mutuo cultura pubblici

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Enti locali

L&rsquo;Istituto per il Credito Sportivo in qualit&agrave; di banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello sport e della cultura, dopo la pubblicazione del bando &ldquo;Cultura Missione Comune&rdquo; dedicato a Comuni, Citt&agrave; Metropolitane, Province e Regioni, ha lanciato una nuova gamma di soluzioni finanziarie concepite per i soggetti pubblici e privati che operano nel mondo della cultura.&nbsp;Si amplia cos&igrave; in maniera significativa il ventaglio delle opportunit&agrave; e delle soluzioni offerte ai protagonisti del settore Cultura e al mercato del credito del Paese, facendo interagire in modo virtuoso i nuovi prodotti con gli incentivi del&nbsp;Fondo per la Salvaguardia e la Valorizzazione del Patrimonio Culturale, composto dai&nbsp;Comparti Garanzie&nbsp;e&nbsp;Contributi in conto interessi.<br /> <br /> Con il bando &quot;Mutuo ordinario cultura pubblici&quot; si intendono finanziare progetti ed iniziative ad alta responsabilit&agrave; sociale in ambito culturale o tese all&rsquo;acquisto attrezzatura dei beni culturali e&nbsp;alla realizzazione, ristrutturazione, conservazione, fruizione, valorizzazione, recupero e restauro del patrimonio culturale su tutto il territorio nazionale.<br /> <br /> Il sostegno &egrave; concesso tramite&nbsp;finanziamenti agevolati a medio e lungo termine volti a sostenere le iniziative di acquisto dell&#39; attrezzatura dei beni culturali e la realizzazione, ristrutturazione,&nbsp;conservazione, fruizione, valorizzazione, recupero e restauro del patrimonio culturale.<br /> L&#39;importo finanziabile varier&agrave; in relazione alle esigenze ed alla situazione anche prospettica patrimoniale, economica, finanziaria del soggetto richiedente il finanziamento, nonch&eacute; al quadro cauzionale previsto a garanzia.<br /> <br /> Il bando si rivolge agli Enti locali e alle Regioni.

PREMIUM

Istituto per il Credito Sportivo: Mutuo Light Cultura 2.0

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Micro impresa , Enti NON PROFIT, Imprenditoria femminile, Imprenditoria giovanile, Enti Culturali, Piccola e Media Impresa, Grande impresa, Impresa individuale

L&rsquo;Istituto per il Credito Sportivo in qualit&agrave; di banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello sport e della cultura, dopo la pubblicazione del bando &ldquo;Cultura Missione Comune&rdquo; dedicato a Comuni, Citt&agrave; Metropolitane, Province e Regioni, ha lanciato una nuova gamma di soluzioni finanziarie concepite per i soggetti pubblici e privati che operano nel mondo della cultura.&nbsp;Si amplia cos&igrave; in maniera significativa il ventaglio delle opportunit&agrave; e delle soluzioni offerte ai protagonisti del settore Cultura e al mercato del credito del Paese, facendo interagire in modo virtuoso i nuovi prodotti con gli incentivi del&nbsp;Fondo per la Salvaguardia e la Valorizzazione del Patrimonio Culturale, composto dai&nbsp;Comparti Garanzie&nbsp;e&nbsp;Contributi in conto interessi.<br /> Con l&#39;iniziativa&nbsp;Mutuo Light Cultura 2.0 si intende sostenere la realizzazione di piccoli lavori di manutenzione&nbsp;degli edifici e giardini storici.&nbsp;<br /> I beneficiari del bando sono: <ul> <li>societ&agrave; ed associazioni culturali, incluse le imprese culturali e creative che perseguono finalit&agrave; di tutela, protezione, conservazione, salvaguardia e valorizzazione del patrimonio culturale;</li> <li>enti ecclesiastici;</li> <li>universit&agrave;;</li> <li>istituti culturali;</li> <li>fondazioni.</li> </ul> Il sostegno &egrave; concesso tramite&nbsp;finanziamenti agevolati&nbsp;a medio termine volti a finanziare piccoli lavori di manutenzione&nbsp;degli edifici e giardini storici vincolati ai sensi del &ldquo;Codice dei beni culturali e del paesaggio&rdquo; o di strutture&nbsp;destinate ad attivit&agrave; culturali o a esse strumentali su tutto il territorio nazionale, all&rsquo;acquisto o restauro di&nbsp;beni culturali relativi all&rsquo;attivit&agrave; culturale esercitata o acquisto di attrezzature e beni strumentali per una&nbsp;migliore fruizione dei beni o per la loro protezione e sicurezza.<br /> L&#39;importo finanziabile &egrave; pari ad un massimo di &euro; 60.000.

PREMIUM

Contributi per i Comuni Lombardi per la realizzazione dei PEBA

Area geografica: Lombardia

Beneficiari: Enti locali

Regione Lombardia stanzia 1.000.000&euro; per la realizzazione dei PEBA (Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche).<br /> <br /> Il bando intede promuove impatti sullo Sviluppo sostenibile e Pari opportunit&agrave;:<br /> per tale ragione il sostegno ai Comuni fino a 5000 abitanti si inquadra tra gli interventi programmati da Regione Lombardia per concorrere agli obiettivi di coesione sociale, in una logica di piena accessibilit&agrave; alla vita di comunit&agrave; da parte delle persone con disabilit&agrave; e delle loro famiglie, nel quadro strategico pi&ugrave; ampio di allineamento ai goals dell&rsquo;Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. Il concetto di &ldquo;eliminazione delle barriere&rdquo; &egrave; superato a favore della &ldquo;progettazione senza barriere&rdquo; che garantisce al maggior numero possibile di persone la massima autonomia in tutti gli ambiti di vita, senza dover ricorrere ad adattamenti a posteriori o a interventi specialistici.<br /> <br /> Le linee di attivit&agrave; previste dal bando sono:<br /> Regione Lombardia:<br /> - l&rsquo;implementazione di un percorso di comunicazione e promozione mirato su scala provinciale, in ordine alla necessit&agrave; di un progressivo incremento del numero di Comuni fino a 5000 abitanti dotati del PEBA, in una logica di concorso alla realizzazione degli obiettivi di accessibilit&agrave;, inclusione, sostenibilit&agrave; sociale ed economica di cui all&rsquo;Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile;<br /> - la programmazione di una attivit&agrave; specifica di formazione sulla materia rivolta anche ai tecnici e al personale delle Province.<br /> <br /> Province Lombarde e Citt&agrave; Metropolitana di Milano:<br /> - attuazione nel corso del 2021 di un Avviso rivolto ai Comuni con popolazione residente fino a 5000 unit&agrave; al 31.12.2019 ubicati sui rispettivi territori secondo le modalit&agrave; di cui alla presente scheda e salvo ulteriori precisazioni successivamente definite con atto della DG Politiche Sociali Abitative e Disabilit&agrave; anche in raccordo con le Province e la Citt&agrave; Metropolitana;

PREMIUM

Contributi per le ciclovie urbane

Area geografica: Tutta Italia

Beneficiari: Enti locali

<p>Via libera dalla Conferenza Unificata al Decreto proposto dalla Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli che stanzia 137,2 milioni di euro&nbsp;da destinare alla progettazione e realizzazione di ciclovie urbane, ciclostazioni e di altri interventi per la sicurezza della circolazione ciclistica cittadina.</p> <p>La ripartizione prevede l&rsquo;assegnazione di 51,4 milioni per il 2020 e 85,8 milioni per il 2021.<br /> <br /> Il provvedimento, in linea con il Decreto Rilancio che introduce gli incentivi per l&#39;acquisto di biciclette e monopattini e prevede alcune modifiche al Codice della Strada attuate anche a mitigazione dei rischi legati all&rsquo;emergenza da Covid-19, attribuisce le risorse ai Comuni e alle Citt&agrave; Metropolitane in base alla popolazione residente.</p>

PREMIUM

Regione Veneto: disposizioni attuative per il riconoscimento dei distretti del cibo

Area geografica: Veneto

Beneficiari: Micro impresa , Associazioni di categoria, Enti NON PROFIT, Imprenditoria giovanile, Piccola e Media Impresa, Grande impresa, Impresa individuale, Consorzi e cooperative, Cooperative sociali

Regione Veneto definisce le disposizioni attuative per il riconoscimento dei distretti del cibo.<br /> <br /> La regione riconsoce i seguenti 6 tipi di distretto:<br /> 1)i sistemi produttivi locali caratterizzati da una elevata concentrazione di piccole e medie imprese agricole e agroalimentari,<br /> 2)i sistemi produttivi locali anche a carattere interregionale, caratterizzati da interrelazione e interdipendenza produttiva delle imprese agricole e agroalimentari, nonch&eacute; da una o pi&ugrave; produzioni certificate e tutelate ai sensi della vigente normativa europea, nazionale e regionale<br /> 3)&nbsp;i sistemi produttivi locali localizzati in aree urbane o periurbane caratterizzati dalla significativa presenza di attivit&agrave; agricole volte alla riqualificazione ambientale e sociale delle aree<br /> 4)&nbsp;i sistemi produttivi locali caratterizzati dall&#39;interrelazione e dall&#39;integrazione fra attivit&agrave; agricole, in particolare quella di vendita diretta dei prodotti agricoli, e le attivit&agrave; di prossimit&agrave; di commercializzazione e ristorazione esercitate sul medesimo territorio, delle reti di economia solidale e dei gruppi di acquisto solidale;<br /> 5)&nbsp;i sistemi produttivi locali caratterizzati dalla presenza di attivit&agrave; di coltivazione, allevamento, trasformazione, preparazione alimentare e agroindustriale svolte con il metodo biologico o nel rispetto dei criteri della sostenibilit&agrave; ambientale, conformemente alla normativa europea, nazionale e regionale vigente;<br /> 6)&nbsp;i biodistretti e i distretti biologici, intesi come territori per i quali agricoltori biologici, trasformatori, associazioni di consumatori o enti locali abbiano stipulato e sottoscritto protocolli per la diffusione del metodo biologico di coltivazione, per la sua divulgazione nonch&eacute; per il sostegno e la valorizzazione della gestione sostenibile anche di attivit&agrave; diverse dall&#39;agricoltura

PREMIUM

Contributi ai Comuni per la predisposizione dei PEBA: Piani di Eliminazione delle Barriere Architettoniche

Area geografica: Friuli-Venezia Giulia

Beneficiari: Enti locali

Allo scopo di incentivare i Comuni all&#39;adozione dei PEBA, l&#39;Amministrazione regionale &egrave; autorizzata a concedere un contributo a sostegno delle spese sostenute per la sua predisposizione.<br /> <br /> Il contributo pu&ograve; essere richiesto una sola volta nell&#39;arco di un triennio in relazione a PEBA che abbiano come oggetto aree, percorsi ed edifici non ancora analizzati in PEBA precedenti.<br /> <br /> I Piani per l&#39;Eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA) sono strumenti finalizzati all&#39;abbattimento delle barriere architettoniche negli spazi pubblici e negli edifici pubblici gi&agrave; esistenti; secondo la normativa nazionale tutte le Amministrazioni pubbliche devono dotarsi di questi strumenti in relazione gli immobili di loro propriet&agrave;.

PREMIUM

Fondo di rotazione per il finanziamento della progettazione di interventi infrastrutturali (II FINESTRA)

Area geografica: Basilicata

Beneficiari: Enti locali , Consorzi e cooperative

Il bando si rivolge agli enti pubblici e grazie ad un fondo di rotazione eroga contributi sotto forma di finanziamento agevolato fino ad &euro; 200.000 per la progettazione di interventi a carattere infrastrutturale.&nbsp;Il fondo &ldquo;Basilicata si Progetta&rdquo; &egrave; stato istituito con l&rsquo;articolo 4 della Legge regionale n. 25 del 6 agosto 2020. Si tratta della seconda finestra.<br /> Il Fondo finanzia i servizi di architettura e ingegneria connessi alla redazione di progetti di fattibilit&agrave; tecnica ed economica e le spese connesse.<br /> Il progetto di fattibilit&agrave; oggetto del contributo deve riguardare progetti/interventi su aree, immobili o strutture nella disponibilit&agrave; del beneficiario richiedente. Per &ldquo;disponibilit&agrave;&rdquo; deve intendersi propriet&agrave; o altra forma di messa a disposizione da parte di soggetti terzi, anche privati, da dimostrare perlomeno con atto di intenti alla messa a disposizione almeno trentennale, da perfezionare prima della presentazione della istanza.<br /> Le fatture elettroniche devono riportare la dicitura: &ldquo;Fondo &lsquo;Basilicata si Progetta&rsquo; - Art. 4 L.R. n. 25/2020 - Operazione finanziata dal POC Basilicata 2014/2020 - titolo operazione &hellip;&hellip; &ndash; CUP&hellip;&hellip;&hellip;&hellip;&rdquo;.

Vuoi saperne di più sulle Agevolazioni e sui Contributi a Fondo Perduto?

Compila il modulo invia la tua richiesta per metterti in contatto con un nostro consulente

Il tuo messaggio è stato inviato con successo.
C'è stato un errore nell'invio del messaggio
Confermo di aver letto e di accettare le norme sulla privacy
Confermo di aver letto e di accettare le condizioni generali d'uso